Amazon Dash Button

Shopping online 2.0

Il colosso delle compravendite online e l’idea della spesa immediata

7.00 am “C***o, guarda che barba” apro l’armadietto del bagno e trovo N°0 rasoi affilati
7.15 am “C***o, che fame” apro l’armadietto in cucina e trovo N°0 confezioni di cereali


20.30 pm “C***o, che sudare sto allenameto” faccio la doccia e trovo N°0 bagnoschiuma
21.00 pm “C***o, ho di nuovo fame” apro l’armadietto in cucina e trovo N°0 cose da sgranocchiare

Questa routine si ripete per minimo 3 giorni prima di recarsi in bottega ad acquistare i vari prodotti.

Amazon ha deciso di dire stop alle interminabili liste della spesa e ci ha regalato un modo più semplice per esprimere la nostra vena consumista.

amazon dash button 2

Amazon Dash Button acquisto Tide

  Un bottone, più semplice di così

Amazon Dash Button non è altro che un “bottone” collegato all’applicazione Amazon di uno smartphone o di un PC e permette di eseguire acquisti veloci configurabili.

Le casalinghe attente penseranno:”Ma se mio figlio, quel tocco d’asino, schiaccia 916 volte il bottone per l’acquisto dell’ammorbidente non rischio indebitarmi con Amazon e il signor Coccolino?”
In realtà Amazon consente un solo ordine dello stesso prodotto entro consegna effettuata, meno casi impostabili, inoltre gli acquisti possono essere annullati direttamente su sito o app.

amazon dash button

Serie di Amazon Dash Buttons

Non voglio bottoni, amo scannerizzare compulsivamente

Amazon oltre ai pulsanti ha creato un altro dispositivo avanzato per la casalinga che ha definitivamento optato per la clausura.
Amazon Dash infatti permette tramite uno scanner di interpretare il codice prodotto da acquistare e fare un ordine sempre tramite l’applicazione Amazon su smartphone o Pc tramite Wi-Fi.
In modo analogo è possibile effettuare ordini attraverso un interprete vocale inserito direttamente nel dispositivo, evitando dunque proplemi dovuti alla fallita scannerizzazione del codice.

amazon dash

Scanner e interprete vocale Amazon Dash

Ne ho davvero bisogno?

Ovviamente dietro ogni innovazione non ci si può soffermare solo al contributo tecnologico ma è necessario comprendere quali saranno le conseguenze sulla vita quotidiana.
Ne ho davvero bisogno? Non posso semplicemente uscire a far la spesa? Ho davvero bisogno di mobilitare un addetto Amazon che mi consegni il dentifrico a casa?

Voi cosa ne pensate?
Commentate qui sotto.

Annunci

3 comments

  1. Non posso andare al negozio e fare la spesa? Non tutti. Lo scanner e interprete vocale potrebbe essere un supporto per chi non può uscire di casa da solo e ha bisogno di qualcuno che lo aiuti per andare a fare la spesa. Qualcuno che con il PC non ha dimestichezza o che non può utilizzare. Sopratutto l’interprete vocale potrebbe risolvere – seppure non definitivamente – quei piccoli problemi di autosufficienza di alcune persone. Quando il supermercato dove vado abitualmente cambia layout e cambiano i “posti alle cose” mi viene di mandarli a pascere: l’aggeggio in questi momenti di insofferenza potrebbe essere un mio acquisto d’impulso. Al diavolo le file e i “scusi dove è il pangrattato…”. Il tipo infastidito ti guarda come un cane rognoso e ti fa con un cenno “E’ li’…” Segui la linea tratteggiata del suo sguardo ed era proprio sotto i tuoi occhi: ultimo ripiano in basso, a rischio “colpo della Strega”. Amazzone o EsseStorta o CarroQuattro per me pari sono. Datemi quello che voglio, senza sbattimento. 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...